Abbronzarsi non è sinonimo di scottarsi

Se l’estate scorsa sono stati molti gli italiani costretti a prendere il sole dal balcone, sulla terrazza o nel proprio giardino; quest’anno sembra che in pochi siano disposti a rinunciare ad una bella vacanza.

Non importa dove tu sia, se prediligi il mare o la montagna… i raggi solari arrivano fino a lì!

Ci rivolgiamo sopratutto a te Queen che tutto l’anno lamenti il tuo essere “mozzarella” e non vedi l’ora di prendere un po’ di colorito, non dovresti mai sottovalutare il potere del sole.

Ci rivolgiamo anche a te Queen Lucertola, sappiamo che non temi nemmeno il sole di agosto, che ti faresti delle pennichelle indisturbate anche sotto il sole di mezzogiorno.

Ma ci sono delle cose che dovremmo tutte sapere per avere una “relazione sana” con il nostro amico sole.

Vi garantiamo che adottando alcuni semplici accorgimenti non per forza arriviamo a quella fase in cui ci malediciamo per esserci scottate.

Esistono alimenti che stimolano la produzione di melanina, sono quelli ricchi di betcarotene e vitamina E. Le carote, le albicocche, gli spinaci, i pomodori sono nostri ottimi alleati, dovremmo integrarli nella nostra alimentazione all’avvicinarsi dell’estate.

Acqua, berne sempre tanta e ancora di più d’estate!! I liquidi che si perdono esponendosi al sole sono molti, bisogna sempre reintegrarli. Un corretto stato di idratazione sarà sinonimo di una bella abbronzatura.

Siete quelle che le prime volte che si espongono al sole lo fanno nelle ore più calde? Anche la torta va messa nel forno pre-riscaldato e non al massimo dei gradi. Abbiate cura di voi come di quel dolce che vi ha consigliato di fare Benedetta Parodi. Il principio è lo stesso. Abitua il tuo corpo gradualmente, comincia a prendere il sole nelle ore lontane da mezzogiorno.

Quest’anno non si risparmia né sul blush, né su alcun tipo di cosmetico. Il viso è sensibilissimo, non esporlo mai senza protezione solo perché vuoi subito prendere un po’ di colore. Alle zone sensibili come naso, bocca, palpebre dovresti sempre riservare la massima protezione.

Siamo impazienti, vogliamo tutto e subito, ma l’abbronzatura non perdona.

Se ti abbronzerai più lentamente, il colore durerà di più e, soprattutto, eviterai antiestetiche scottature e danni permanenti alla tua magnifica e preziosa pelle.